Sei giunto sul pianeta con una direzione da seguire

"Generalmente l’adulto si trova incastrato in meccanismi che ha costruito per procurarsi da vivere e/o assicurarsi una vita affettiva. Spesso sono situazioni che non rispecchiano il proprio vero essere ed è alla ricerca di una strada che lo faccia sentire al suo posto, che lo rispecchi e permetta alle sue potenzialità di emergere. Il giovane invece è ancora alla ricerca della propria direzione ed ha la possibilità di riconoscere subito il proprio vero essere in modo da smettere di muoversi nel mondo a tentativi. Alla base di ogni scelta c’è un intento, e se questo intento ha a che fare con la sicurezza tenderà a deviarti dal vero cammino che la vita cerca di mostrarti coi suoi segnali. Essa utilizza un suo linguaggio che possiamo imparare a riconoscere e valorizzare.
Da questa consapevolezza nasce il percorso dedicato ai giovani,
in partenza il 10-11 novembre."

Arriva un punto nella vita in cui la domanda diventa un chiodo fisso. Perché nonostante credo di aver raggiunto dei traguardi, qualcosa dentro continua a crearmi disagio? Perché nonostante sia arrivato ad ottenere ciò che credevo potesse rendermi felice, continuo a non esserlo? Perché continuo a reagire nella stessa maniera? Perché mi capitano sempre le stesse situazioni? Cosa sta realmente accadendo? Qual’è questa realtà che tanto credevo di conoscere, ma che si ripresenta sempre sotto aspetti differenti? Tante domande accumunate da un’incomprensione di base. C’è un tassello che va osservato e rimesso al suo posto, così come la vita di ognuno va ricollocata nel cosiddetto proprio “posto nel mondo”. Abbiamo tutti un compito, un talento, una missione ma non la riconosciamo perché la nostra reale strada è stata confusa per un’altra. Iniziare a comprendere chi sei è il punto di partenza per arrivare ad esprimere ed essere chi davvero sei, e così trovare il tuo posto nel mondo.